Cosa vedere a Torino in un giorno

2 ° giorno : Cosa vedere a Torino in un giorno: Museo Egizio, Porta Palatina, il Duomo di Torino, sul Mercato “La Palla”, Via Po, Ponte Vittorio Emanuele I, Mirador del Monte dei Cappuccini, il Museo del Cinema, Il Mola

torino

Dopo il volo di ieri, e per andare dall’aeroporto al centro di Torino, per trascorrere il resto della giornata in una delle città più belle che abbiamo conosciuto in tempi recenti per l’hotel e andare a letto quando erano più degli 11 di notte, oggi siamo solo in piedi, quando si sono un po ‘ più di 6:00 del mattino, guardando, come primo istinto, la finestra, e quindi le previsioni meteo, la quale ha confermato che, come ieri, la giornata sarà coperto dalla nebbia delle prime ore del mattino, con una previsione di chiara e nuvoloso a mezzogiorno.

Siamo andati giù per la sala colazione del Grand Hotel Sitea quando è 8:00 del mattino, un po ‘più tardi del solito, ma come abbiamo detto ieri, quando siamo arrivati a Torino, abbiamo fatto questo viaggio come un mix di tours e del relax, per questa mattina abbiamo preso un po’ per noi, soprattutto per la colazione con calma e godersi il desktop con un secondo caffè, non è qualcosa che facciamo di solito quando siamo in viaggio, in quanto il tempo in queste occasioni, oro e i luoghi da visitare per molti.

Abbiamo lasciato il Grand Hotel Sitea, quando sono più o meno 8:30 la mattina e vedere il giorno, come avevamo anticipato è abbastanza pioggia e la nebbia è parte del paesaggio, abbiamo deciso di fare un piccolo cambiamento di programma, visitare il Museo Egizio, la mattina, uno dei motivi per cui abbiamo fatto questo viaggio a Torino in 3 giorni e poi fare il resto delle visite, in attesa del giorno un po ‘ meglio e più godere della vista della città.

Si è giunti ad un Museo Egizio, in poco meno di cinque minuti, la ricerca di noi stessi alla porta quando ci sono ancora un paio di minuti per l’apertura, ma quando ci sono già abbastanza persone nella porta di attesa, oltre a un piccolo gruppo organizzato, qualcosa che ci ricorda il motivo per cui ho sempre consigliamo di arrivare presto per questo tipo di luoghi, non importa la stagione, se si desidera visitare con la pace della mente.

Museo egizio di Torino

museo
Si trova in Via Accademia delle Scienze 6 il Museo Egizio di Torino è un motivo sufficiente per giustificare un viaggio per la città, oltre ad essere considerato il secondo museo egizio più importante al mondo dopo quella del Cairo. La collezione, che possiamo trovare in tutte le camere è composto da più di 3000 mostre e più di 26000, che sono ancora oggi conservati nei magazzini. Come si può immaginare, se l’Egitto propone testa, questa visita è uno degli che non si può perdere a Torino in un giorno.

Panino in Piazza Castello

panino
Dopo aver mangiato e già disposto a fare un desktop con un buon caffè, siamo arrivati al Caffè Baratti e Milano, un vero spettacolo per i sensi, in cui chiediamo un cappuccino, un caffè e due dolci per 19€. In realtà non è particolarmente economico, ma vale la pena fare un’eccezione e l’arresto da qui per un po ‘ e godersi l’atmosfera e i deliziosi dolci che servono, soprattutto in questo momento di pomeriggio, quando la maggior parte vuole fare una sosta come questo.

Caffè Baratti e Milano

Baratti e Milano
Sono poco più di tre del pomeriggio quando siamo andati fuori di nuovo per le strade di Torino, ora siete pronti per andare al Mirador del Monte dei Cappuccini, da dove si gode uno dei panorami più belli e magici della città. Per arrivare qui abbiamo a prendere in Via Po, un’altra delle arterie della città, che a quest’ora è vivace come il resto della città, fino a raggiungere il Ponte Vittorio Emanuele I, uno dei luoghi che non potete mancare della città, non solo per le prospettive che hanno da qui il fiume Po, ma anche il punto di vista, il Mirador del Monte dei Cappuccini, dal punto di vista opposto a quello vedremo la città in pochi minuti.

Roma in 48 ore

roma
Itinerario per vedere le più importanti di Roma, in sole 48 ore. Vi insegnerà il modo migliore per viaggiare in giro per le piazze, fontane, monumenti.
Anche se Roma è una destinazione che ha bisogno di almeno 3 o 4 giorni, non possiamo dimenticare quei viaggiatori che desiderano vivere Roma al meglio in un weekend. Diamo un’occhiata a un possibile itinerario:

Giorno di arrivo: le Piazze e le fontane

fontane
Dopo l’arrivo, e tra che è possibile lasciare i bagagli in hotelseguramente non avrai il tempo per essere in grado di entrare in qualsiasi monumento, Cosa fare? Niente di meglio di una passeggiata attraverso il centro e conoscere le sue strade, piazze e fontane.

La prima cosa che devi fare è prendere la metro per arrivare a piazza di Spagna: la famosa piazza di spagna e l’atmosfera della piazza, sarà un buon modo per iniziare il viaggio. Da ora il cammino prosegue a piedi.

Prenderete anche voi sulla Via dei Condotti (una delle più importanti vie dello shopping) fino a raggiungere Via del Corso, dove giraréis a sinistra. Camminare lungo questa strada, si attraversa Piazza Colonna (dove la Colonna di marco Aurelio) e due isolati più avanti sulla sinistra e si prende la Via delle Muratte.
A pochi metri si raggiunge un immagine che non si può cancellare dalla tua memoria: la Fontana di Trevi. Un buon posto per riposare un paio di minuti e, se si crede nella leggenda, approfitta per lanciare la moneta.

Ripercorrere i tuoi passi lungo la Via delle Muratte attraversare Via del Corso e proseguire lungo Via di Pietra. In 5 minuti è possibile raggiungere il Pantheon, edificio meglio conservato dell’Impero Romano. Se siete già stanchi, si può prendere un cappuccino sulle terrazze della piazza.Lasciando la Piazza della Rotonda con la via Salita de Crescenzi e seguendo le indicazioni si giunge in Piazza Navona, un buon posto per fermarsi e ammirare il tre fontane.

Partenza attraverso la parte meridionale della piazza (dove si trova la Fontana del Moro) si raggiunge il Corso Vittorio Emanuele II, una strada più ampia. Se si cammina lungo la strada a sinistra, si attraversa la Zona Sacra, uno scavo che ha acceso attira molto l’attenzione.Proseguendo nella stessa direzione si vedrà il Monumento a vittorio emanuele II, un enorme edificio in onore del primo re dell’Italia unita. Se avete del tempo libero, ci si può avvicinare e vedere la Piazza del Campidoglio.

Essa sarà già stata fatta in ritardo e dopo questa corsa si vuole riposare. Se si sono ancora le forze, dopo cena si può andare per un drink al Campo dei Fiori, uno dei luoghi più animati della città.

Primo giorno: Il Vaticano

vaticano
Se il vostro viaggio è in un fine settimana e desidera visitare i Musei Vaticani, è necessario visitare Il Vaticano, sabato, perché la domenica i musei sono chiusi(tranne l’ultima domenica di ogni mese).

Se sono solo un paio di giorni a Roma, abbiamo capito che non avrete alcun problema nell’alzarsi presto. Per cogliere il giorno, si dovrebbe raggiungere il Vaticanomucho oltre le 9 del mattino.

Per raggiungere la Città del Vaticano si dovrà prendere la metropolitana fino alla fermata Ottaviano. Quando si esce dalla stazione, prendere il sentiero con lo stesso nome fino ad arrivare a Plaza de San Pedro.

Quando recuperéis il respiro (l’immagine è impressionante) mettersi in coda per entrare in Basilica di San Pietro, il tempio più importante del Cattolicesimo.
Se volete godere di una magnifica vista, non può mancare la salita alla cupola e vedere ogni parte di Roma e da i suoi 136 metri di altezza. La salita è abbastanza lunga (soprattutto se si diventa un full scale) e un po ‘ angosciante, che è parte della sua grazia.

GUIDA TURISTICA SU CAGLIARI

cagliari
Ci sono molti punti di interesse per il turismo a Cagliari, dal momento che è la più grande città dell’isola di Sardegna e, in aggiunta, è la sua capitale. In questo articolo abbiamo cercato di raccogliere le cose più importanti da fare e vedere a Cagliari, in modo che si può arrivare a conoscere in profondità.

Sappiamo che molti dei turisti che viaggiano verso la Sardegna, sia in crociera o in voli diretti, di passare attraverso questa città. Per questo motivo abbiamo creato questa guida per Cagliari con un elenco di luoghi da visitare, ideale per organizzare un breve soggiorno in città. Alla fine della pagina, troverete una mappa interattiva di tutti i punti di interesse sono menzionati in questo articolo su Cagliari, in modo da poter individuare facilmente in città.

COSA VISITARE A CAGLIARI?
Di seguito vi mostriamo i monumenti e i luoghi più interessanti di Cagliari per una visita.

Visitare il Castello di San Michele

castello
Situato nel punto più alto della città, questa fortificazione fu costruita nel XIV secolo per ospitare l’alta nobiltà dell’isola. E ‘ stato un forte molto forte militare di guardia costante che ha permesso loro di vivere al sicuro dagli invasori e pirati che solcavano quei mari. Attualmente è stato trasformato in un centro di cultura e arte molto interessanti da visitare. Si deve sapere, tuttavia, che la struttura originaria del castello è conservato come solo un paio di torri e mura, il resto è stato ristrutturato, anche se cercando di imitare la sua architettura originale. Comunque è un sito che non dovrebbe mancare la visita a Cagliari.

L’Anfiteatro Romano di Cagliari
L’anfiteatro romano di Cagliari è stato costruito nel II secolo d.C. si tratta di un deve vedere se si visita la città. Con una capacità di 10.000 spettatori, questo anfiteatro è il nucleo che ha governato la vita sociale dei cittadini durante il dominio romano. C’erano tenuti popolare di combattimento gladiatorio e anche le esecuzioni da parte di condanne a morte. Per ottenere l’anfiteatro è necessario scalare il colle di Buon Cammino. Si deve sapere che l’unica cosa che viene mantenuta è la parte scavate nella roccia, ma ne vale la pena di essere lì con l’energia che circola su questo sito. Durante l’estate, l’anfiteatro è utilizzato per concerti e di eseguire diverse manifestazioni. Non lasciare di visitare!

Il bastione di San Remy

bastione
Questo è un luogo ideale per iniziare una visita di Cagliari. Se si salgono le scale di marmo della Passeggiata Coperta, o prendendo un ascensore a Piazza della Costituzione, si può salire al Bastione di San Remy. Questo luogo offre una fantastica vista della città, ideale per l’individuazione dei luoghi che vi consigliamo di visitare durante la vostra passeggiata attraverso il Cagliari: il porto, il quartiere, il porto e la collina della Basilica di Nostra Signora di Bonaria.

Torre dell’Elefante e il quartiere di Castello
Una porta, un piccolo e vecchio, che si trova sotto la Torre dell’Elefante, leader per la stretta via principale della città vecchia: Il Castello. Si tratta di un luogo ideale dove perdersi per una passeggiata, ha un fascino e uno stile molto particolare. In questo quartiere troverete vicoli, passaggi ad arco, piste e rampe di scale. Sulla terrazza del Palazzo si trova la cattedrale di Santa Maria, costruita dai Pisani nel 1312. Sulla terrazza superiore, il Palazzo Arcivescovile e la lunga facciata del Palazzo Reggio.

Il porto e il quartiere della Marina

porto
Nel quartiere di Marina è situata l’antica strada romana, il luogo dove oggi si trova il porto di Cagliari. In questo luogo si trova anche il municipio della città, la piazza la sua falce, e i bastioni del Castello trimestre per il fondo. Nel quartiere Marina ci sono la strada Via G Manno (conosciuta come la Costa) è un luogo pieno di negozi e di vita commerciale.